600t - iscrizione registro di marca - assicurazione

Nuovo Argomento   Rispondi all'argomento

Andare in basso

600t - iscrizione registro di marca - assicurazione

Messaggio  luigin il Lun Feb 05, 2018 9:25 pm

Ciao a tutti.
Anzitutto complimenti per l'attività di questo forum, già prima di iscrivermi ho trovato, consultandolo, molte informazioni utili e interessanti.

Mi presento, sono Luigi da Milano.
Recentemente ho rinvenuto presso il casale di campagna di famiglia in Sicilia un furgone FIAT 600T immatricolato nel 1966, fisicamente fermato nel 1992, ma mai radiato. Detto furgone, con percorrenza minore di 50.000 km (!!!) è appartenuto a mio nonno (deceduto nel 1998), come unico proprietario, e risulta tuttora a lui intestato. Allego pure tre foto del mezzo, come ritratto all'atto del rinvenimento.
Ho deciso di procedere al recupero ed al restauro del furgone perché la meccanica, la ciclistica ed i lamierati sono risultati davvero poco sfruttati, vista la bassissima percorrenza, ed in condizioni di conservazione tutto sommato abbastanza buone.
La parte meccanica è già stata oggetto di una revisione integrale che ha comportato, invero, solo la pulizia ed il semplice ripristino dei componenti inevitabilmente ammalorati per il prolungato inutilizzo. Resterebbero ancora da eseguire i soli taluni lavori di carrozzeria.
Con ciò intendo procedere all'iscrizione presso un registro di marca o un club, onde certificarne la conseguente rilevanza storica e collezionistica.

Rimango ancora dubbioso su alcune procedure di passaggio di proprietà e assicurazione:

- da un primo contatto intrattenuto con il Registro Fiat ho appreso della possibilità, nel caso di eventuale utilizzo non commerciale dell'automezzo, di far azzerare la portata e di poter anche godere, in quanto veicolo storico, dell’esenzione dal pagamento della tassa di possesso.
Inoltre non so se convenga a) iscrivere il veicolo al Registro di marca nelle condizioni amministrative in cui si trova e poi fare il passaggio di proprietà direttamente a me, oppure b) fare il passaggio di proprietà e poi iscrivere il mezzo al Registro. Dalle informazioni che ho appreso in Motorizzazione e presso l'ufficio tasse automobilistiche della Regione Lombardia non sono riuscito a sapere se sono previste agevolazioni fiscali per il passaggio di proprietà dei veicoli storici iscritti all'ASI o ai Registri di marca riconosciuti e, particolarmente, in caso affermativo, l'ammontare di detti oneri per il passaggio di proprietà nelle due suesposte ipotesi

- per quanto concerne l'assicurazione mi sono rivolto a delle compagnie di Milano, ricevendo delle proposte economicamente poco sostenibili; nonostante la rilevanza storica la dicitura "autocarro" sul libretto mi imporrebbe di stipulare una polizza alquanto onerosa per mettere il mezzo in circolazione. Francamente dubito che i possessori di furgoni d'epoca ritenuti d'interesse storico paghino un'assicurazione equiparabile a un normale autocarro per utilizzi commerciali. Tramite degli amici anche essi collezionisti d'auto storiche ho saputo che per le automobili sono previste polizze assicurative speciali (che gravitano intorno alla cifra di 90/100 euro all'anno) che però limitano la circolazione del mezzo, es. solo per raduni o manifestazioni legate al registro di marca.

Se poteste insomma darmi qualche consiglio e delucidazione, in base alle vostre esperienze di messa in circolazione degli automezzi, su questi temi un po' più burocratici vi sarei molto grato. Sono un neofita del mondo delle auto storiche e non ho nessun tipi di esperienza a riguardo.

Un caro saluto, Luigi





luigin

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 05.02.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 600t - iscrizione registro di marca - assicurazione

Messaggio  samoth il Mar Feb 06, 2018 3:36 pm

ciao luigi e benvenuto nel forum,complimenti per il recupero,ormai i 600 t sono diventati merce rara e quindi ogni salvataggio è sempre ben apprezzato,detto ciò passiamo alle tue domande che sono la bestia nera di questa passione,soprattutto tra noi proprietari di "mezzi commerciali" storici.
Il 600 t rientra puttroppo nella dicitura veicolo commerciale e da ciò segue che molti privilegi destinati alle auto d'epoca quali bollo assicurazioni agevolate,non siano proprio così facili da ottenere.
iniziamo con il BOLLO: il veicolo puttroppo anche che ha più di 30 anni essendo un veicolo commerciale paga il bollo nella quantità di ( almeno qui in campania) 40 Euro ma più o meno questi sono i prezzi.
ora c'è un modo per non pagare il bollo ed è quello di far azzerare a libretto la portata del mezzo in questo caso il bollo non va pagato, ora io personalmente non l 'ho fatta questa modifica perchè ci tengo all'originalità del libretto e anche perchè la cifra da pagare non è molto esagerata, però queste sono cose personali e ognuno può fare come gli pare. quindi per ricapitolare sul bollo si può risparmiare solo facendo azzerare a libretto la portata.
-ora passiamo all'Iscrizione ad un club per avere magari anche un'assicurazione più vantaggiosa:
allora questi veicoli possono essere iscriti ASI,RIVS ... ecc  però non avrai mai i vantaggi di un assicurazione come un auto che paghi 150 euro di assicurazione. personalmente il mio lo iscrissi prima in ASI ma non mi vollero fare l'assicurazione ( sempre per il problema che era un veicolo commerciale e quindi avrei potuto lavorarci)  quindi in seguito lo iscrissi RIVS e qui tramite il club provinciale ho stipulato un assicurazione cumulativa con la groupama alla cifra di inizialmente 350 euro+50 di iscrizione al club quindi  400 euro annui,però dopo qualche anno magari il prezzo può diminuire  un  pò come quest'anno che ho pagato 330, la clausola di questa assicurazione è che il veicolo può essere condotto solo da determinate persone che vengono registrate nel contratto, e che il veicolo non può essere usato per lavoro.

Per la questione iscrivere il veicolo prima o dopo il passaggio di proprietà la risposta è assolutamente dopo; sistema prima  tutto il veicolo da un punto di vista burocratico intestatelo e dopo puoi iniziare quest'avventura nel mondo dei club storici assicurazioni ecc per il passaggio se ci sono altri eredi va fatto da un notaio,altrimenti un modo più semplice ma un pò più costoso è l'articolo 2688 ( passaggio di proprietà da proprietario non intestatario) basta avere il certificato di proprietà vai al pra e si fa tutto li.
Detto ciò spero di aver risposto a tutti i tuoi dubbi e se così non fosse siamo qui a disposizione per altri eventuali dubbi o chiarimenti,puttroppo quello delle auto storiche è un mondo abbastanza complesso e quello dei furgoni d'epoca lo è ancora di più
Ti saluto e mi raccomando aggiungiti anche nell'aerea censimento Wink
avatar
samoth
Admin

Messaggi : 241
Data d'iscrizione : 10.05.09

Vedi il profilo dell'utente http://fiat.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


Nuovo Argomento   Rispondi all'argomento
 
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum